I recenti terremoti in Messico, come ognuno ha potuto constatare dalle immagini televisive e dai servizi giornalistici in generale, hanno causato, per la loro violenza (7.2 gradi quello in Chiapas e 8.1 quello nel centro del Paese), enormi danni.

Ma, proprio la vicinanza temporale dei due eventi, nonché la vicinanza geografica della seconda scossa a Città del Messico, ha fatto sì che la maggior parte dell’attenzione mediatica e di conseguenza delle opere di aiuto si sia concentrata proprio sulla capitale. Sembrava quasi, anche semplicemente guardando la tv, che solo quella metropoli fosse stata colpita.

Purtroppo così non è stato ovviamente. In particolare nelle zone rurali, estremamente isolate e difficili da raggiungere, ci sono pueblos totalmente distrutti. Alcuni ora anche inondati dalle forti piogge di questo periodo che stanno ulteriormente aggravando la situazione. I pochi aiuti che riescono ad arrivare vengono da organizzazioni locali e società civile.

Come per esempio gli amici del Gruppo Speleologico Jaguar di Tuxtla Gutierrez, capitale del Chiapas, che nel loro piccolo hanno raggiunto alcune delle comunità più isolate nelle zone dove fanno anche attività speleologica (mandandoci anche le foto che vedete in questo articolo). Grazie a loro abbiamo notizie dei molti amici che vivono nelle “colonie” dove tante volte La Venta è stata per cercare, esplorare e studiare grotte. E grazie a loro ora sappiamo che le principali necessità sono materiali per ricostruire le case e soprattutto lamiere per i tetti. La stagione fredda sta arrivando e chi pensa al Messico come un posto dove splende sempre un sole caldo si sbaglia di grosso. Negli “altos” in inverno fa molto freddo e affrontarlo senza un tetto e le pareti di casa è una prospettiva terribile.

Per questo La Venta ha deciso di promuovere, nel suo piccolo, una raccolta di fondi da destinare proprio a questo tipo di aiuti in quelle zone. Quello che possiamo promettere è che i fondi saranno gestiti in maniera diretta dai nostri soci che vivono li in Chiapas e da chi sta andando dall’Italia per dare una mano e vedere con i propri occhi cosa si può e si deve fare.

Tanti speleologi italiani sono stati con noi in quelle zone. Tanti altri ci sono andati per passare vacanze o fare attività speleologica. Ora vi chiediamo di aiutarci a restituire qualcosa alle genti che ci hanno sempre accolto con tanto affetto aprendoci le porte delle loro povere case per farci riparare dalla pioggia o per cucinarci qualcosa di caldo. Dimostriamo che l’amicizia è qualcosa che supera ogni frontiera!

Chi vorrà aiutarci in questo può versare un contributo di qualsiasi entità sul conto bancario intestato a La Venta. L’Iban è: IT83 X053 9073 6700 0000 0005 655. La causale da indicare è: Contributo emergenza terremoto Chiapas – Messico.

Grazie fin d’ora a tutti e vi promettiamo di rendervi partecipi di come saranno via via usati i fondi.

Tullio Bernabei e Leonardo Colavita

contentmap_plugin

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Cookie policy