ItalianoEnglishEspanol
Chiapas 2014. Lezioni.
Giovedì 17 Aprile 2014 18:43

L'unica acqua presente in selva. Bejugo de agua.Eh si, capita di prendere lezioni. Capita eccome.

La prima lezione ce l'ha data il tempo. È entrato quello che qui chiamano il "norte". Un vento freddo da nord che porta dal pacifico umidità e pioggia. Così abbiamo capito che non possiamo decidere sempre noi cosa fare e dove farlo. Dobbiamo prima chiedere il permesso alla natura.

La seconda lezione l'ha dettata la grotta. Si fanno piani, si decidono date in cui spostarsi in altri luoghi. Poi superi un laghetto e un buio enorme e profondo ti "costringe" a cambiare tutti i piani. A Montebonito forse le corde non basteranno. Almeno così speriamo tutti.

 
Chiapas 2014, iniziate le attività
Domenica 13 Aprile 2014 05:58

Al museo di antropologiaE dopo un viaggio che anche stavolta sembra infinito eccoci in Chiapas. La tappa d'obbligo a Città del Messico è stata fatta fruttare facendo un giro al Museo Nazionale di Antropologia. E la foto con il "capoccione" non poteva certo mancare!


Arrivati in Chiapas le prime ore sono servite per fare la spesa e preparare i materiali dei tre gruppi operativi.


 
Chiapas 2014. Si parte.
Lunedì 07 Aprile 2014 14:41

Chiapas 2014Ci siamo. Mercoledì parte la spedizione "Chiapas 2014", diretta al canyon del Río La Venta e alla Selva El Ocote, una spettacolare area carsica nella parte occidentale dello stato di Chiapas, in Messico. Andiamo a continuare il lavoro di esplorazione avviato dalla nostra associazione più di vent’anni fa, e che, con quasi trenta spedizioni, ci ha consentito di scoprire e documentare un immenso mondo sotterraneo.

Laggiù le montagne sono traforate da grandi fiumi che hanno scavato gallerie, meandri e sale di dimensioni colossali. È un reticolo ipogeo di centinaia, forse migliaia di chilometri, e noi abbiamo solo iniziato a scoprirlo. Cercare grotte in giro per il mondo è il nostro modo di viaggiare, spostando un po’ più in là, anche di poco, il confine del mondo conosciuto.

 
Il video i Tesori della notte!
Lunedì 03 Marzo 2014 00:00

I veri ed unici tesori che le grotte custodiscono!

Dim lights




 
Sulla via del ritorno dal Myanmar
Lunedì 17 Febbraio 2014 09:43

Immagine d'archivio
In viaggio di ritorno verso Roma nn possiamo fare a meno di pensare a quello che ci lasciamo alle spalle. Infatti, come spesso accade, gli ultimi due giorni di spedizione sono stati ricchi di sorprese e ci hanno lasciato molto su cui riflettere per il prossimo anno.

Dopo alcuni giorni durante i quali la squadra di Pinlaung era stata impegnata in ricognizioni che avevano portato a risultati minori, si è deciso di tornare ad una vecchia segnalazione: sink hole Hti Ngut.

 
Grotta Te Toke Taung
Venerdì 14 Febbraio 2014 10:00

myanmar2014Al secondo giorno di lavoro il traverso che porta oltre la cascata è terminato, adesso tutto intorno ci sono solo concrezioni umide e muschiose sulle quali gli ancoraggi non reggono, inutile cercare la roccia sotto le concrezioni, sono troppo spesse. Con un altro piccolo passaggio raggiungiamo una placca di roccia buona per gli ancoraggi, da qui vediamo la verticale e guardando giù un terrazzo sotto di noi che ci permetterà di arrivare oltre la cascata, se non all'asciutto almeno fuori dal getto dall'acqua.
Inizia la discesa al fianco di questo fiume che precipita impetuoso, alzando sbuffi di acqua nebulizzata. La discesa continua e anche se umidi non ci sono troppi problemi. Arriviamo alla base del salto, dopo una verticale nel vuoto di trenta metri, una concrezione ci permette di armare un traverso per portarci lontano dal getto dell'acqua e finalmente siamo alla base del pozzo oltre la cascata che di fronte a noi crea uno sbarramento d'acqua e che ha impedito il passaggio durante la prima esplorazione.

 
Nuovo aggiornamento dal Myanmar
Martedì 11 Febbraio 2014 00:00

Foto d'archivio9 febbraio. Negli ultimi due giorni, con la squadra che fa base a Pinlaung abbiamo continuato l'esplorazione della grotta trovata venerdì, War Lee Kway Cave: in un primo momento ci siamo concentrati sulla grande risorgenza, fermandoci dopo circa 160 metri di fronte a una cascata alta circa 8 metri.
Ieri invece abbiamo disceso a nuoto il fiume che costeggia la strada per War Lee Kway, per verificare l'ipotesi di una connessione: trovato il punto in cui il fiume rumorosamente s'inabissa, siamo riusciti a scendere armando di fianco alla cascata. Dopo una quarantina di metri l'acqua si infila in uno stretto canyon, scorrendo tumultuosa e rendendo impossibile la prosecuzione.
Dai rilievi effettuati sembra chiaro che l'acqua della risorgenza è la stessa del fiume: accantoniamo quindi l'ipotesi di un collegamento tra l'inghiottitoio di Te Tong e War Lee Kway.

 
Aggiornamento dalla spedizione Myanmar 2014
Lunedì 10 Febbraio 2014 09:32

Foto d'archivioNotizie fresche ci giungono da Umberto Del Vecchio, Barbara Mancini e Ferdinando Valentino, i tre italiani che partecipano alla spedizione internazionale «Myanmar 2014».

7 febbraio. Villaggio di Leili. Siamo stati qui quattro giorni, ospiti del locale monastero. Abbiamo lavorato all'esplorazione e al rilievo della grotta di Namun Spring, di cui era conosciuto solo il ramo principale. In tre giorni abbiamo controllato tutti i possibili passaggi e diramazioni: nonostante il grosso impegno e quasi 500 metri esplorati tra rami fossili e tratti attivi, non è emerso nulla di significativo. La grotta può quindi considerarsi chiusa, e del resto fra qualche mese lo sarà del tutto: tutta l'area verrà completamente allagata. Le autorità locali stanno realizzando una grossa diga che sbarrerà la valle per produrre energia elettrica destinata alla nuova capitale del Myanmar. L'allagamento della valle renderà inaccessibile la grotta e distruggerà svariati chilometri quadrati di foresta, costringendo i duecentomila abitanti della zona a trasferirsi altrove.

 
È partita la spedizione «Myanmar 2014», cui partecipano tre italiani
Lunedì 03 Febbraio 2014 10:18

myanmar2014Riceviamo e in tempo reale pubblichiamo le prime notizie, inviate da un cellulare.

1 febbraio. Mattina presto. Dopo un viaggio abbastanza comodo con Qatar Airways arriviamo a Yangon. Ci aspettavamo lunghe trafile burocratiche e controlli capillari, invece eccoci subito immersi nei colori della città. Ci perdiamo nei suoi odori di cibo e di vita.
È il Capodanno cinese; questo è l'anno del cavallo.

 
« InizioPrec.12345678910Succ.Fine »

Pagina 1 di 28