ItalianoEnglishEspanol
La calata all'Arbol
Giovedì 15 Gennaio 2015 13:43

Scendendo sugli attacchi RaumerIl 3 dicembre, nel primo pomeriggio, dopo aver raggiunto la zona del campo alto (circa 3 ore di marcia) abbiamo iniziato la calata verso l'Arbol de Navidad ed il fiume Grijalva. Ci sono volute circa 4 ore per superare un dislivello di soli 90 m a causa del lavoro di messa in sicurezza della parete.

Il giorno 4 siamo scesi di altri 150 m. Circa 8 ore di lavoro a causa di lunghi tratti appoggiati ricchi di vegetazione spinosa e urticante e delle enormi pietre da disgaggiare per la nostra incolumità.

 
Nuovo Consiglio Direttivo per La Venta
Martedì 13 Gennaio 2015 13:07

ciccio_presidenteÈ passato un nuovo triennio nella vita della nostra associazione. E con questa scadenza sono state rinnovate le cariche sociali.
Per prima cosa noi tutti vogliamo ringraziare il passato Consiglio ed in particolare il Presidente Giovanni Badino per quanto hanno fatto per tutti noi e per la ricerca geografica e speleologica.
E poi augurare un buon lavoro al nuovo Consiglio per questi tre anni che ci aspettano pieni di nuovi progetti da iniziare e vecchi progetti da portare avanti.
Le cose da fare non mancano di certo, anzi, in una struttura volontaristica come La Venta, spesso sembrano fin troppe. Ma siamo abituati a correre e comunque portare avanti lavori di qualità.
Il nuovo CD è composto da: Francesco (Ciccio) Lo Mastro - Presidente, Enzo Procopio - Vicepresidente e segretario, Francesco Sauro - Vicepresidente, Tullio Bernabei - Tesoriere, Carla Corongiu, Antonio (Tono) De Vivo, Luca Imperio, Alessio Romeo, Natalino Russo.
A tutti loro il nostro più sincero augurio!
Per ultimo vogliamo ringraziare il Gruppo Grotte Treviso per l'ospitalità e gli ottimi pasti!!!

 
Árbol de Navidad - Il nostro piccolo regalo al Chiapas
Mercoledì 24 Dicembre 2014 11:08

Un momento della discesaLa cueva de l'Arbol de Navidad è stata raggiunta il 5 dicembre dopo 30 ore di attrezzamento e soprattutto di disgaggio dei tanti massi in bilico sulla parete. La qualità della roccia non rispettava esattamente le descrizioni di chi l'aveva discesa 20 anni prima.

La parete si presentava inoltre ricca di vegetazione fra cui piante grasse simili ad agavi, cactus e altre specie come la Comocladia Guatemalensis detta Cincos Negritos, una delle più velenose piante del mondo, che ha provocato ustioni con forte prurito a tutti quelli che lavoravano in parete ed agli operatori video posti sulla parete opposta del canyon. Al ritorno non abbiamo potuto far altro che utilizzare pasticche e creme al cortisone.

Il 5 dicembre stesso siamo riusciti a raggiungere anche il fiume e quindi abbandonare la parete e la grotta dell'Arbol in cui pensavamo di bivaccare ma che in realtà aveva dimensioni troppo ridotte per ospitare delle amache o un bivacco di fortuna di qualsiasi genere.

 
Regalo di compleanno
Lunedì 22 Dicembre 2014 11:38

Gianni il figlio maggioreA seguito dei lavori per il ripristino del flusso idrico nella cueva a monte dell'Arbol de Navidad, abbiamo pensato di portare un regalo ai figli di Lucas, socio La Venta messicano recentemente scomparso, in occasione del compleanno di Gianni, il figlio maggiore di 5 anni.

Siccome sappiamo che a molti farà piacere vederli condividiamo volentieri sul blog le foto fatte da Alessio Romeo di questo momento che per noi è stato davvero toccante e bellissimo.

La felicità negli occhi di questi bambini a regali che per i nostri figli sarebbero semplici e forse banali dice tanto.

Inoltre a cura di Gianni Todini si sta creando un fondo per il sostentamento della famiglia e per far studiare i tre bambini.

 
Verso l'Árbol
Giovedì 04 Dicembre 2014 00:00

Il teamDa ieri, martedi 2, siamo nel canyon, in un gran bel posto panoranico: utilizziamo le strutture del Parco Turistico Amiku, chiuso al pubblico da un paio d'anni. Siamo attendati in un anfiteatro affacciato su un ampio slargo del fiume, immersi nella vegetazione. Le luci dell'alba e del tramonto, straordinarie, accendono il verde di valli e pareti verticali. Non c'è energia elettrica ma abbiamo l'acqua di un bel ruscello, due barche a disposizione e molto da fare.

Siamo circa 25 persone, cui ogni giorno si aggiungono una decina di locali che ci aiutano in vari modi... da oggi abbiamo anche tre poliziotti in divisa che si occupano della nostra sicurezza (!).

 
Arbol de Navidad: il salvataggio di un simbolo
Mercoledì 26 Novembre 2014 19:13

La parete dell'Arbol. Notare la barca con i turisti alla base!Nel cuore del Canyon del Sumidero, in Chiapas, Messico, una cascata precipita da 200 metri di altezza. Le sue acque, che provengono da una grotta in parete, hanno nel tempo depositato una grande quantità di carbonato di calcio e creato una struttura geologica che ha la forma di un gigantesco albero di Natale: el Arbol de Navidad.
Uno spettacolo della natura considerato un simbolo del Parco Nazionale del Sumidero e dell’intero stato del Chiapas: un monumento naturale unico al mondo, visitato ogni anno da centinaia di migliaia di turisti.
Negli ultimi anni il flusso d’acqua che alimenta la grande cascata, e fuoriesce da una grotta, è progressivamente diminuito: nei periodi piovosi l’acqua esce ancora, seppure in minor quantità, ma nelle altre stagioni lo scorrimento è minimo, fino a ridursi a zero.
Oltre all’evidente danno per il turismo, è a rischio l’intero ecosistema vegetale e animale che vive sull’Arbol grazie alla sua umidità costante.

 
Pensieri Profondi - Idee per Speleologi
Mercoledì 05 Novembre 2014 15:36

Una serie di belle interviste su youtube con molti soci La Venta.

Davvero da vedere.


Vai alla pagina YouTube

 
Terminato il Campo internazionale di speleologia glaciale
Giovedì 30 Ottobre 2014 09:59

igcc_07Il Campo è terminato il 27 Ottobre. E tutto il materiale è tornato in magazzino ieri.

Hanno partecipato 46 persone prevalentemente di 3 paesi europei (Italia, Francia ed Inghilterra).

Ora abbiamo un quadro abbastanza esauriente dell'enorme potenziale crio-carsico del Gorner.
Sono stati scesi oltre 20 mulini, tutti accuratamente topografati e fotografati.

 
Ciao Lucas, ti sia lieve la terra
Lunedì 27 Ottobre 2014 11:00

Il contaggioso sorriso di LucasUna bruttissima notizia ci arriva dal Chiapas. Lucas Ruiz, amico e socio messicano, ci ha lasciati due giorni fa.

Tanti ormai lo conoscevano. Non solo coloro che hanno partecipato a spedizioni nelle colonie della zona del Rio La Venta o sugli altos di Bochil. Anche tanti speleologi che, in alcuni momenti di aggregazione, hanno visto ed ascoltato Lucas raccontarci delle meraviglie della selva e delle grotte che cela. O che sono stati con lui in grotta qui in Italia nei periodi in cui viveva a Magliano Sabina.

Voglio usare le parole di Gianni Todini, più di un fratello per Lucas, per salutarlo: "Ho perso un fratello. Sto piangendo ma contemporaneamente sono felice della possibilità che la vita mi ha offerto di vivere per quindici anni le meravigliose esplorazioni con Lucas. Esplorazioni che ci hanno portato fin dentro i meandri dell'animo e che mi hanno fatto riscoprire la forza della vita.".

Ed in questo momento il nostro pensiero va a Juana, la moglie, ed ai tre figli piccoli, Gianni, Vicente e Luciana. Tra poco saremo in Messico e cercheremo di portargli un po' di conforto ed un aiuto per vivere.

Ciao Lucas, ti sia lieve la terra. Esplorare El Ocote senza te non sarà mai più la stessa cosa.

 
« InizioPrec.12345678910Succ.Fine »

Pagina 1 di 31